di Alfredo Entità
dal catalogo della Mostra personale di Biagio Brancato e Giuseppe Micieli al Circolo Artistico di Catania nel Novembre del 1950.

Il Circolo Artistico, fedele ai suoi programmi, riprende la sua bella attività ed inizia le sue manifestazioni artistiche di stagione con la presentazione di una mostra di xilografia, disegni e pitture e di sculture e ceramiche, densi di valori e freschi di energie creative.
Due nomi che si presentano col massimo di dignità e compostezza artistica e garanzia di maturità piena e totale: Biagio Brancato, pittore e Giuseppe Micieli, scultore.

[…] Scultore personale e con caratteri di fresca originalità si rivela Giuseppe Micieli. La prima qualità che si affaccia alla nostra osservazione sono i caratteri distinti dello scultore nuovo e lo spirito che informa alcune sue creazioni di gusto vergine direi. L’atmosfera plastica nella quale si muove con destrezza è delle più aggiornate da spontaneo impulso. Il suo mondo espressivo è quanto mai vigoroso e personale. Qui trovi un punto che te lo fa giudicare sobrio quattrocentista non indegno discepolo dei maestri migliori. Lì un gruppo marcatamente espressionista che ti presentano lo scultore surrealista preparato e lievitato da un pathos che investe dal di dentro e risolve originalmente molteplici problemi dello spirito. Le ceramiche tutte senza eccezioni sono incomparabili gemme di tecnica. Smalti, colature, colori e quant'altro concorre a creare la ceramica, sono trattati dal Micieli con rara competenza degna davvero di un autentico maestro. Ed infatti raggiunge lucentezze, trasparenze, striature di verde aramino densi di succo o gusto d’arte.

Col Brancato e Micieli il Circolo Artistico inizia la serie delle sue manifestazioni presentando due nomi che suonano assoluta garanzia di un dignitoso e bello nuovo mondo d’arte, due autentici originali creatori.

<< torna indietro


 .